Pratiche Edilizie
Pratiche edilizie
Prestazione Energetica costi
Prestazione energetica
Valutazione rendita catastale
Conformità Impianti
Visure Catastali
Planimetria catastale
 
 

Aggiornamento planimetria catastale

aggiornamento planimetria catastale Già da Luglio 2010 per potere rogitare è obbligatorio che la planimetria catastale sia conforme al reale  stato di fatto dell'immobile  pena l'annulabilità dell' atto.

Nei casi in cui le opere "difformi" non fossero state assentite a mezzo di precedente D.I.A., contattateci per valutare assieme la soluzione.

Se invece avete intenzione di fare delle modifiche interne chiedeteci la nostra offferta per la redazione della Comunicazione di Inizio Attività Libera (CIAL)  ed  Aggiornamento della planimetria Catastale. 

 Con il preventivo Online potete avere IMMEDIATAMENTE un preventivo.

Cosa richiede la normativa sull' aggiornamento della planimetria catastale?

la legge n°78 del 2010 prevede che " ...Entro il termine del 31 Marzo 2011* i titolari di diritti reali sugli immobili oggetto di interventi edilizi che abbiano determinato una variazione di consistenza ovvero di destinazione non dichiarata in Catasto, sono tenuti a procedere alla presentazione, ai fini fiscali, della relativa dichiarazione di aggiornamento catastale. ".

Cosa si intende per conformità della planimetria catastale?

*Termine così prorogato dal D.L. 29 dicembre 2010, n. 225 (decreto millaproroghe)
In pratica l'aggiornamento è richiesto in caso di ampliamento, cambiamento della destinazione d'uso, o in tutti quei casi in cui le modifiche, anche interne, comportino una variazione della rendita catastale ( ad esempio numero dei vani).
Le opere interne che non modificano la consistenza, ad esempio lo spostamento di una porta, o la diversa distribuzione interna nel rispetto della consistenza originaria (numero vani) non rientra nell' obbligo previsto.
Tale norma è da intendersi come sanatoria per quelle situazioni ove non c'è stato l'aggioramento delle planimetrie catastali a seguito di variazioni edilizie regolari.
Non è una sanatoria per gli edifici abusivi !
Chi avesse realizzato abusivamente delle opere, dovrebbe prima porocedere alla regolarizzazione dell' abuso urbanistico.
Trascorso il termine del 31 Marzo 2011 eventuali aggiornamenti effettuati fuori dai termini saranno sanzionabili (come lo era anche prima); Non tutti sanno però che se le modifiche sono state autorizzate ed  effettuate da oltre 5 anni allora la sanzione è PRESCRITTA !

 

  Calcola il tuo preventivo ora!

 

Articoli Correlati
Valutazione rendita catastale Sei alla ricerca di esperti per la val...
  ...
L'articolo 19, comma 14, del Dl 78/2010 sancisce che , «a pena di nullità», gli «atti pubblici e le scritture private autentic...

 

NEWSFLASH

Dopo l'IMU arriva l'IMU BIS Video Imu Bis

Clicca sul seguente link per il video su obbligo ceertificato energetico anche per annuncio affitto immobile

Clicca sul seguente link per il video su come calcolare l'IMU