Pratiche Edilizie
Pratiche edilizie
Prestazione Energetica costi
Prestazione energetica
Valutazione rendita catastale
Conformità Impianti
Visure Catastali
Planimetria catastale
 
 

Cambiamento destinazione d'uso a Milano

Cambio destinazione d'uso a MilanoCambio di destinazione d’USO a Milano .

Si distinguono:

Cambi di destinazione d’uso senza opere: 

I cambi d’uso sono a monte  disciplinati  dall’ art.52 comma 3 della Legge Regionale 12/2005 in cui in sostanza si stabilisce che I mutamenti di destinazione d’uso di immobili non comportanti la realizzazione di opere edilizie, purché conformi alle previsioni urbanistiche comunali ed alla normativa igienico-sanitaria, sono soggetti esclusivamente a preventiva comunicazione dell’interessato al comune. Qualora la destinazione d’uso sia comunque modificata nei dieci anni successivi all’ultimazione dei lavori, il contributo di costruzione è dovuto nella misura massima corrispondente alla nuova destinazione, determinata con riferimento al momento dell’intervenuta variazione.

Cambi di destinazione d'uso con opere:

Con il PGT il cambio d’uso da una destinazione all’ altra è sempre ammessa , ma onerosa quando  comporta aggravio standard.

Cambio d’uso da produttivo a terziario / residenziale:

Ammesso senza convenzione e con monetizzazione per aggravio standard dipendente dalla zona di intervento come da tabella aggiornata  ( va da un Massimo di 1220,00 € ad un minimo di 184,00 €) i valori vengono aggiornati dal Comune di Milano Mensilmente.

Cambio d’uso da Terziario/commerciale a Residenziale:

per la/le unità immobiliare/i oggetto di cambio d’uso inserita/e in un immobile di s.l.p. inferiore a 5.000 mq, il cambio d’uso non comporta adeguamento della dotazione di servizi (monetizzazione)Esempio da Laboratorio a Residenza si deve corrispondere l’aggravio Standard.

In caso di superamento di tale limite si deve corrispondere l’adeguamento della dotazione di servizi (monetizzazione) nella misura che va dal 18% al 35% della s.l.p. a seconda che l’immobile si trovi rispettivamente in zona NAF/ADR o ARU.

Cambio d’uso da terziario/commerciale/servizi privati verso produttivo:

è sempre ammesso e non comporta adeguamento alla dotazione dei servizi ( monetizzazione).

Oneri aggiuntivi: dal produttivo al residenziale è sempre obbligatorio compiere le indagini preliminari , che in ambito non prettamente residenziale, presuppongono l'analisi del terreno anche se il cambio si affettua su un paino non a contatto con il terreno. Nel caso di laboratori isolati (da trasformare in loft) il Comune di Milano richiede il contraddittorio con ARPA.

 

NEWSFLASH

Clicca sul seguente link per il video su come calcolare l'IMU

Dopo l'IMU arriva l'IMU BIS Video Imu Bis

Clicca sul seguente link per il video su obbligo ceertificato energetico anche per annuncio affitto immobile