Pratiche Edilizie
Pratiche edilizie
Prestazione Energetica costi
Prestazione energetica
Valutazione rendita catastale
Conformità Impianti
Visure Catastali
Planimetria catastale
 
 

Coordinamento Sicurezza

Cordinamento sicurezza cantieriQuando incominciamo un lavoro edile spesso ci viene chiesto se abbiamo nominato il cordinatore della sicurezza, ma chi è costui, chi lo deve nominare, quando veramente serve? Spesso abbiamo risposte poco esaustive e non riusciamo a comprendere se è un balzello in più o qualcosa di necessario.

Facciamo chiarezza:

L'obbligo di nomina del coordinatore per la sicurezza è sancito dal D.lgs. 81/2008 che all' Art. 90-91 specificano quando serve nominare il coordinatore in fase di progettazione  e quello in fase di esecuzione.

In pratica per lavori fino a 100.000,00 € non si deve MAI nominare il coordinatore in fase di progettazione, ma a seconda dei casi serve comunque il coordinatore in fase di sescuzione.

Il coordinatore in fase di esecuzione è necessario quando vi sono più imprese che concorrono anche non contemporaneamente all' esecuzione dell' opera.

Esempio:

Se affido l'incarico di manutenzione straordinaria del mio appartamento ad un unica ditta devo nominare il coorsinatore in fase di esecuzione?

R) Dipende: oggi giorno sono molto rare le imprese che svolgono in autonomia tutte le lavorazioni, in particolare spesso per gli impianti l'impresa principale subappalta ad altre ditte le levorazioni. Se queste lavorazioni sono svolte da singoli lavoratori autonomi ( Artigiano senza alcun dipendente, come deve risultare da visura camerale ), allora ricadiamo nel caso di dingola impresa e non và nominato il coordinatore; se invece come accade i subfornitori sono piccole ditte con dipendenti ( basta 1 dipendente) allora è necessario incaricare il coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione.

E' importante quindi in fase contrattuale capire immediatamente se l'impresa scelta si affida ad artigiani singoli o ad altre ditte (con dipendenti). Questo fatto inciderà sui costi , infatti l'onorario del coordinatore è gravato dai rischi che lo stesso corre ( sanzione minima 12.000,00 €) che porta molti liberi professionisti a scegliere di non svolgere questa attività così rischiosa e troppo spesso sanzionata solo per far cassa.

Si segnala inoltre che , ove ricorrano i presupposti , la mancata nomina del coordinatore rende inacessibile l'accesso agli sgravi fiscali, a seguito di verifiche il fisco potrebbe annullare l'incentivo!!!

Attualmente Acerten srl, per le seguenti regioni opera in materia di sicurezza : Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Lazio, Sardegna.

 

 

NEWSFLASH

Clicca sul seguente link per il video su obbligo ceertificato energetico anche per annuncio affitto immobile

Dopo l'IMU arriva l'IMU BIS Video Imu Bis

Clicca sul seguente link per il video su come calcolare l'IMU